L’acqua, dopo l’aria, è un elemento fondamentale per la cura e la corretta alimentazione del corpo di cui è per la maggior parte costituito. L’acqua presiede tante funzioni fondamentali dell’essere umano, dalla regolazione della temperatura attraverso la sudorazione, alla lubrificazione dei tessuti, all’espulsione delle sostanze di scarto.

Come e quanto Bere: Per il corretto fabbisogno del corpo umano bisogna bere acqua per un litro / litro e mezzo di acqua durante tutta la giornata, questo permette a tutte le funzioni regolate dall’acqua di essere sempre efficienti, bere tanta acqua in una sola volta non è utile in quanto verrebbe assorbita in minima parte.

Come riconoscere quello che bevi: Le Acque sono tantissime e ognuna con diversi utilizzi, lo scopo di questa guida è fornirti gli elementi principali per una scelta dell’acqua. La prima cosa da fare è leggere l’etichetta, la cosa potrà sembrarti difficile ma se devi soltanto scegliere un’acqua per il tuo consumo quotidiano il discorso è più semplice, i dati fondamentali sono i seguenti: Residuo Fisso, PH dell’acqua, Sodio (in minor parte).

RESIDUO FISSO a 180°: Questo dato indica quanti sali minerali rimangono dato l’evaporazione di un litro di acqua a 180°. Se il risultato è inferiore ai 50 mg/l l’acqua viene considerata minimamente mineralizzata, ed è adatta per facilitare l’espulsione di piccoli calcoli renali e favorire una maggiore diuresi, sono inoltre adatte per preparare i cibi dei bambini.
Se il risultato è tra i 50 mg/l e i 500 mg/l l’acqua è considerata oligominerale, sono indicate per il consumo quotidiano. Se il risultato è tra i 500 e 1500 mg/l sono considerate acqua minerale, sono indicate soprattutto per gli sportivi perchè favoriscono il riassorbimento dei sali minerali. Non ti suggerisco il consumo quotidiano di questa acqua perchè il suo alto residuo fisso può affaticare i reni e favorire il processo di formazione dei calcoli. Oltre i 1500 mg/l sono acque considerate fortemente minerali e assunte sotto consiglio medico.

PH dell’Acqua: Il PH dell’acqua indica il grado di alcanilità o acidità dell’acqua e si suddivide in questo modo: PH uguale a 7: è un PH che si può definire “neutro” PH inferiore a 7: è un PH che indica un’acqua acida PH superiore a 7: è un PH che indica un’acqua alcalina (basica) Le acque che vendono in commercio si aggirano tutte intorno al grado 7 con qualche centesimo in più o in meno, qui la scelta migliore dovrebbe dirigersi in base al tipo di alimentazione che hai (in genere abbiamo un’alimentazione che crea acidità) se non sai capire come è la tua alimentazione, dai preferenza a un acqua che sia PH 7 ovvero neutra.

Sodio disciolto nell’acqua: Il dato che trovi sull’etichetta relativo al sodio è mg/l ovvero quanti mg sono disciolti in un litro di acqua. Il sodio è un elemento molto importante per la nostra sopravvivenza una delle più importanti funzioni a livello cellulare sono regolati dal sodio e il potassio. E’ molto importante che nel corpo non ci sia nè poco nè troppo sodio. Le acqua a basso contenuto di sodio sono preferibili visto che la alimentazione generalmente sono ricche di sodio, inoltre ti consiglio un acqua povera di sodio se soffri di pressione alta.